Goliardo Padova, “Paesaggio n. 31”

Goliardo Padova (Casalmaggiore 1909, Parma 1979) Paesaggio n. 31 1959, olio su tela Il dipinto che oggi presentiamo è un ‘paesaggio dell’anima’ il cui titolo è semplicemente Paesaggio n. 31; si tratta di un olio su tela di Goliardo Padova e fa parte del corpus di opere dell’artista donate dalla figlia Fiammetta alle Collezioni d’Arte di Fondazione Cariparma nel 2005. La firma, “Padova”, è apposta nell’angolo destro del dipinto sul recto, mentre il titolo compare sul verso. Siamo nel 1959, il periodo in cui Goliardo Padova torna alla pittura dopo la terribile e dolorosa [...]

Bruno Zoni, “Il Po”

Bruno Zoni (Coltaro di Sissa, 1911 – Bannone di Traversetolo, Parma 1986) Il Po 1954, olio su tela Oggi, facendo un salto temporale di circa 70 anni, presentiamo una tela di un pittore che è stato sicuramente uno dei protagonisti della pittura parmense del XX secolo: Bruno Zoni. Poeta colto della generazione di mezzo (quella degli artisti collocati tra i maestri del Novecento e lo sperimentalismo avanguardista dei giovani), è un narratore appassionato della sua Emilia, della sua ‘Bassa’. Per Giovannino Guareschi era “un mondo piccolo”, che descrive, nel 1952, con poche essenziali parole all’inizio del film [...]

Enrico Sartori, “Veduta della Val Baganza”

Enrico Sartori (Parma, 1831 - 1889) Veduta della Val Baganza 1850 - 1880, olio su tela Con il quadro di oggi restiamo idealmente nella campagna intorno a Parma, ma in un tempo ormai lontano. Siamo ancora nel tratto finale, in pianura, della Val Baganza, luogo all’epoca frequentato spesso dai pittori paesaggisti alla ricerca di soggetti per i loro dipinti. I colori predominanti sono il verde brillante della vegetazione, l’azzurro del cielo, che si riflette nelle acque del fiume, e i bruni delle montagne in lontananza. La luce, che arriva da est, ci suggerisce che è mattino presto. [...]

Camillo Scaramuzza, “Vallata del torrente Baganza”

Camillo Scaramuzza (1842-1915) Vallata del torrente Baganza 1872, olio su tela Il dipinto, che entra a far parte delle Collezioni di Fondazione Cariparma nel 2002, nonostante sia firmato a pennello rosso nell’angolo basso a sinistra “C. Scaramuzza ‘72”, fu erroneamente attribuito a Francesco (Scaramuzza). I due artisti erano infatti parenti, essendo Camillo nipote del più noto Francesco e non è da escludere che fu proprio lo zio ad avviare il giovane nipote alla pittura. Camillo, che fu attivo in età matura anche come scenografo accanto a Giacobelli presso il Teatro Regio per le rappresentazioni [...]

Giulio Carmignani, “Rotta del Po”

Giulio Carmignani (Parma, 1813-1890) Rotta del Po olio su tela, 1867 Il dipinto è opera di Giulio Carmignani, come si può osservare dalla firma posta in basso a sinistra accompagnata dalla data di esecuzione, 1867. Giulio Carmignani, nacque a Parma il 14 settembre 1813, in una famiglia con una lunga tradizione tipografia; è considerato tra i più importanti artisti dell’Ottocento parmense, nonostante non abbia mai frequentato l’Accademia di Belle Arti. Rimasto orfano, fu convittore presso il Collegio Lalatta; appassionato studioso delle materie umanistiche, dimostrò di avere un talento naturale anche per il disegno e la [...]

Giuseppe Alinovi, “Lago Santo”

Giuseppe Alinovi (1811 - 1848) Lago Santo matita e acquerello su carta, 1841 (?) Carissimi visitatori ‘virtuali’, sappiamo dalle vostre mail che i #Respiri d’Arte# vi sono piaciuti, vi hanno coinvolti e qualche volta, stimolati a scrivere letture di opere d’arte.  Il 2 giugno riapriremo il museo alle visite seguendo naturalmente le indicazioni del governo per assicurare la sicurezza sanitaria dell’ambiente. Questa iniziativa di “museo on line”, tuttavia, proseguirà. Questo fine settimana vi proponiamo una gita in montagna e la nostra guida è Pietro Vicari, docente di lingua francese al Paciolo-D'Annunzio di Fidenza e soprattutto appassionato della pittura dell’Ottocento. Buona lettura! L’acquerello rappresenta una veduta del Lago Santo ed è firmato da Giuseppe Alinovi. [...]

Giulio Carmignani, “Tramonto in autunno dopo una giornata di pioggia”

Giulio Carmignani (1813 - 1890) Tramonto in autunno dopo una giornata di pioggia post 1864, olio su tela «Il quadro è un dramma della luce», così scriveva Roberto Tassi nel 1994 nel volume La corona di primule, descrivendo questo dipinto di Giulio Carmignani in cui paesaggio e vicenda umana sono uno dentro l’altra; vi suggeriamo di leggere questa scheda mettendo in sottofondo l’Adagio dell’Autunno di Vivaldi che vi aiuterà a calarvi nell’atmosfera descritta dal pittore. È una strategia che utilizziamo quando insegniamo ai bambini che i ‘quadri raccontano’, come i libri e i brani musicali, basta lasciarsi [...]

“Dieci statue arrabbiate”, racconto di Rosanna Figna

Rosanna Figna Dieci statue arrabbiate racconto Carissimi tutti che ci seguite in questo viaggio attraverso ‘le storie’ che i quadri, conservati a Palazzo Bossi Bocchi, sanno raccontare… Grazie della vostra partecipazione! Vogliamo pensare, che questo periodo che ci ha costretti, e ci costringerà in futuro, ad una distanza ‘fisica’, sia invece stata un’occasione per far conoscere meglio le nostre collezioni e conoscerci. È stato molto stimolante, per noi che ci abbiamo lavorato, ricevere le vostre mail di ringraziamento e i suggerimenti che via via ci avete inviato. Ne aspettiamo ancora! Vogliamo proseguire quest’iniziativa anche se… speriamo di [...]

Aldo Raimondi, “Monumento a Verdi”

Aldo Raimondi (Roma 1902 - Milano 1997) Monumento a Verdi 1931, acquerello su carta Protagonisti di questo acquerello sono al contempo un monumento e un luogo di Parma oggi completamente trasformati; ci troviamo infatti nei pressi della stazione ferroviaria, in una vasta area che corrisponde all’attuale Via Verdi, dove si trovava un tempo il fastoso Monumento a Giuseppe Verdi, che costituiva l’ingresso alla città per coloro che arrivavano in treno. Autore dell’acquerello fu Aldo Raimondi, pittore e professore presso il Reale Istituto d’Arte di Parma. Romano di origine, si formò all’Accademia di San Luca ed ebbe come [...]

Erminio Fanti, “Calesse con musicisti in piazza di paese (Chiesa di Santa Croce a Parma)”

Erminio Fanti (Parma, 1821 - 1888) Calesse con musicisti in piazza di paese (Chiesa di Santa Croce a Parma) 1888, olio su tavola Questo dipinto, realizzato su tavola, è opera del paesaggista parmigiano Erminio Fanti e ci permette ancora una volta di approfondire gli avvicendamenti architettonici dei monumenti della nostra città. Non solo, a differenza delle vedute cittadine finora presentate negli altri appuntamenti di #Respiri d’Arte#, questo quadro si presenta con una differenza fondamentale: l’architettura infatti fa da ‘sfondo’ alla ‘scena’ rappresentata, non è più il soggetto del dipinto. Alla pittura prettamente di paesaggio si somma la [...]

Load More Posts