Esercizio 2019

Con voto unanime del Consiglio Generale è stato approvato il Bilancio 2019 di Fondazione Cariparma, esercizio che evidenzia un importo deliberato complessivo di oltre 18 milioni di Euro. La Fondazione ha raggruppato i diversi settori di intervento in tre macro aree che riassumono il totale del deliberato (Euro 18.021.597) su 301 interventi: Servizi alla Persona (10.551.608 Euro, pari al 58,5%), Arte e Ambiente (6.049.327 Euro, pari al 33,6%) e Ricerca scientifica e tecnologica (1.420.662 Euro, pari al 7,9%).
Al pari degli anni precedenti – nella convinzione di poter offrire un contributo decisivo per promuovere e sostenere iniziative “virtuose”, contribuendo attivamente, in una logica di sussidiarietà, all’innovazione delle politiche pubbliche – la Fondazione ha deciso di destinare alla macroarea Servizi alla Persona la quota maggiore delle proprie risorse (quasi il 60% del totale), rinnovando l’impegno per la tutela delle fasce più fragili (contrasto alla povertà, sostegno all’autonomia nell’ambito disabilità), per il miglioramento della salute pubblica (acquisizione di strumentazioni di ultima generazione da parte degli ospedali del territorio, potenziamento dei servizi offerti dal terzo settore), per il potenziamento dell’istruzione e formazione, e per l’attività del terzo settore.
Significativo il deliberato anche in favore dell’offerta culturale del territorio e del recupero del patrimonio storico-artistico; ribadito anche per questo esercizio il potenziamento della ricerca scientifica e tecnologica.
Con l’approvazione del bilancio 2019 il patrimonio netto della Fondazione ha raggiunto un valore pari a 1.038.718.793 Euro, con un incremento, rispetto all’esercizio precedente, di 13.776.682 Euro.