ti trovi in: COMUNICATI STAMPA » 2017

Consegnati 162.700 euro alle associazioni.

Chiude Parma Facciamo Squadra 2016

Dare una casa alle famiglie che rischiano di perderla: la città ancora una volta risponde con la solidarietà.



Dare una casa a chi sta perdendo la propria, affiancandosi alle famiglie in difficoltà economica perché non si sentano sole e possano tornare a guardare il futuro con speranza, è l’obiettivo che ha guidato la quarta edizione di Parma Facciamo Squadra. “Per dare alle famiglie in emergenza abitativa una casa dove restare uniti” è il claim che ha accompagnato sei mesi di Campagna. Le tappe sono state ripercorse ieri al Ridotto del Regio, in una cerimonia dal tono festoso voluta anzitutto per dire grazie a chi ha fatto parte di questo grande lavoro di squadra, a partire dai principali compagni di strada, Fondazione Cariparma, Barilla, Chiesi Farmaceutici e Acer, grazie ai quali ogni donazione ha quintuplicato il suo valore.

Cinquanta le targhe consegnate sul palco, dove si sono alternati professionisti, associazioni, gruppi… Dallo scorso autunno, sono tante le iniziative che hanno contribuito alla raccolta fondi: cene, concerti, un torneo di burraco organizzato da tutti i Club femminili della città e una grande festa a base di anolini e amatriciana da passeggio, con 25mila “galleggianti” prodotti da una staffetta di volontari e che hanno profumato l’aria in una piovosa ma riuscitissima serata di novembre.

Il frutto della raccolta fondi è stato consegnato alle associazioni vicine ogni giorno alle famiglie in difficoltà da presidente di Munus, la Fondazione di Comunità della nostra città: un assegno di 162.700 euro per ristrutturare e mettere a norma sette appartamenti del patrimonio pubblico, di Parma e provincia. Le case ospiteranno ogni nucleo familiare per un massimo di due anni, un tempo che i volontari utilizzeranno per tessere una rete di salvataggio intorno a chi non ce la fa, aiutandolo a ritrovare l’autonomia con percorsi di ravviamento al lavoro e di revisione dei bilanci familiari.


Ripartire ancora una volta è la parola chiave. In queste quattro edizioni, Parma Facciamo Squadra si è occupata di dare una risposta concreta alle persone fragili, a partire dai bisogni primari: 15 tir di cibo nella prima edizione, quattro automezzi per contrastare l’isolamento di malati, anziani e disabili, nella seconda, il lavoro lo scorso anno e oggi una casa che preservi l’unità delle famiglie.


Ma il patrimonio inestimabile generato da questo progetto sta soprattutto nella cultura della solidarietà che ha fatto crescere di edizione in edizione. Grazie a Parma Facciamo Squadra, oggi la città può contare su centinaia di persone pronte a scendere in campo per il benessere della nostra comunità. 

Condividi su...

Proprietà dell'articolo
creato: mercoledì 22 febbraio 2017
modificato: mercoledì 22 febbraio 2017