Palazzo Bossi Bocchi: riapertura al pubblico delle Collezioni d’Arte

Da martedì 2 giugno, dopo i lunghi mesi dell’emergenza sanitaria, riprende l’attività di Palazzo Bossi Bocchi con la riapertura al pubblico delle Collezioni d’Arte permanenti di Fondazione Cariparma.

Home/Comunicati Stampa/Palazzo Bossi Bocchi: riapertura al pubblico delle Collezioni d’Arte

“Nel marzo scorso anche Palazzo Bossi Bocchi ha dovuto chiudere le porte al pubblico – spiega Francesca Magri, responsabile delle Collezioni d’arte di Fondazione Cariparma – ma non ci siamo persi d’animo e abbiamo cercato di offrire a tutti occasioni di conoscenza e arricchimento culturale anche a distanza, con modalità alternative a quelle tradizionali. Per questo, sul nostro sito, è nata l’iniziativa #Respiri d’Arte#, volta a creare una valida alternativa educativa-culturale e uno svago alle tante persone costrette in quarantena.

“Per realizzare questo progetto ci siamo messi in gioco, collaboratori, operatori didattici e curatori, con uno sforzo tecnico e una capacità di adattamento straordinaria. Pensiamo che tutti gli sforzi fatti siano parte della nostra mission: il nostro ‘mestiere’ è infatti caratterizzato dalla passione per quello che facciamo e dal desiderio di condividerlo con gli altri.”

Da martedì 2 giugno, dopo i lunghi mesi dell’emergenza sanitaria, riprende l’attività di Palazzo Bossi Bocchi con la riapertura al pubblico delle Collezioni d’Arte permanenti di Fondazione Cariparma.

L’apertura è prevista come sempre nei pomeriggi di Martedì e Giovedì (15.30 – 18.00) e nelle giornate di Sabato e Domenica (10 – 12.30  •  15.30 – 18.00).

Nel rispetto delle normative per il contrasto ed il contenimento della diffusione del virus Covid-19, i visitatori potranno girare liberamente nelle sale evitando assembramenti; coloro che lo desiderano, saranno raggruppati in piccoli gruppi (3/4 persone) ed accompagnati in visita dalle nostre guide; in questo caso è necessario prenotare scrivendo una mail ai seguenti indirizzi: museo@fondazionecrp.it – guide@fondazionecrp.it.

Si comunica inoltre che la mostra La certosa di Parma. La città sognata da Stendhal e interpretata da Carlo Mattioli resta chiusa e sarà riproposta a partire dal 19 settembre 2020 insieme con le altre iniziative espositive organizzate nell’ambito del calendario di “Parma 2020+21”.

________________________________________

PALAZZO BOSSI BOCCHI – sede di Fondazione Cariparma – Strada al ponte Caprazucca, 4 – Parma
Ingresso gratuito
Gli ambienti sono attrezzati per la visita di persone diversamente abili con rampe di accesso ed ascensore-montacarichi.
L’attività culturale è realizzata in collaborazione con Artificio Società Cooperativa.

1 Giugno 2020|
Utilizziamo i cookies per assicurarti la migliore esperienza sul nostro sito. Per saperne di più, accedi alla nostra Privacy Policy. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie. Ok