Nuove strumentazioni per il reparto di Pneumologia ed endoscopia toracica

Con il contributo di Fondazione Cariparma.

 

Un progetto dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma sostenuto da Fondazione Cariparma ha previsto l’acquisto di importanti apparecchiature diagnostiche per la struttura complessa di Pneumologia ed Endoscopia toracica.

 

Il progetto va a migliorare l’approccio di cura e la diagnosi nei pazienti affetti da insufficienza cardiorespiratoria e da neoplasie al polmone. Nello specifico la dotazione tecnologica dell’unità complessa si è arricchita di un video broncoscopio per immagini ad alta definizione per l’esplorazione e la diagnostica bronchiale e da un broncoscopio pediatrico.

 

Il progetto ha inoltre previsto l’acquisizione di una sonda ecografica cardiologica e di uno spirometro portatile che consentiranno esami specialistici più dettagliati con la possibilità di effettuare un rapido inquadramento della patologia polmonare e la conseguente definizione del miglior percorso terapeutico per il paziente con una riduzione dei tempi di degenza.

 

L’unità di Pneumologia del Maggiore di Parma esegue circa 1400 esami endoscopici all’anno con circa 200 pazienti ricoverarti in terapia semi-intensiva per accertamenti cardio-respiratori.

 

La strumentazione all’avanguardia di cui si è dotata consentirà di ispezionare con maggior dettaglio le vie aeree in particolare l’albero bronchiale con una definizione maggiore di eventuali lesioni neoplastiche in fase iniziale e una migliore performance nell’ambito della diagnostica pediatrica di patologie a carico delle vie aeree inferiori.

 

Così come sarà utile in caso di patologie infiammatorie o infettive per eseguire un bronco aspirato o un bronco lavaggio da sottoporre a indagini microbiologiche. Un particolare campo di applicazione dell’apparecchiatura riguarderà la diagnostica del tumore al polmone, attività di rilievo della struttura con oltre 300 pazienti all’anno presi in carico.

Condividi su...

Proprietà dell'articolo
creato: venerdì 2 febbraio 2018
modificato: martedì 6 febbraio 2018