Con il contributo di Fondazione Cariparma

Nuova tomosintesi mammaria

Presso il Centro screening mammografico Bagnasco dell’Azienda USL



È stata inaugurata al Centro screening mammografico Bagnasco dell’Azienda USL una nuova attrezzatura (che si aggiunge ai 3 mammografi già presenti), acquistata grazie al significativo contributo di Fondazione Cariparma.

Si tratta di una tomosintesi mammaria Fuji, che consente di mettere maggiormente “a fuoco” i particolari anatomici, migliorando così la sensibilità e la specificità nel riscontro di eventuali tumori al seno. Grazie all’arco di rotazione  del tubo a raggi x rispetto all’asse verticale, è possibile raccogliere una serie di proiezioni della mammella sotto diversi angoli. Le immagini così acquisite vengono  ricostruite in una serie di strati sottili ad alta risoluzione.

L’utilizzo della apparecchiatura di ultima generazione è dedicato soprattutto agli esami di approfondimento nell’ambito dello screening  e, in ambito clinico, per lo studio dei casi dubbi. La nuova tomosintesi mammaria verrà utilizzata anche dall’équipe del Centro Senologico di Azienda Ospedaliero-Universitaria.

Più in generale, la nuova attrezzatura è parte della Breast Unit, ovvero il percorso interaziendale e interdisciplinare nella quale operano specialisti dedicati alla diagnosi e alla terapia del tumore alla mammella, quali: il radiologo senologo, il chirurgo senologo, il chirurgo plastico, l’anatomo patologo, l’oncologo, il radioterapista, il medico nucleare, il fisiatra e lo psicologo.

La tomosintesi mammaria è ad oggi l’unica presente nelle strutture sanitarie pubbliche di Parma.

Condividi su...

Proprietà dell'articolo
creato: giovedì 1 giugno 2017
modificato: martedì 18 luglio 2017