Agenda & news

  • Fondazione Cariparma: chiusura uffici per il periodo festivo

    Si comunica che gli Uffici della Fondazione resteranno chiusi dal pomeriggio del 24 dicembre al 6 gennaio; l’attività riprenderà regolarmente il 7 gennaio. Si coglie l’occasione per augurare a tutti Buon Natale e felice Anno Nuovo.

  • La storia del Monte di Pietà attraverso i suoi documenti

    La storia del Monte di Pietà di Busseto attraverso i documenti del suo storico Archivio: questa la proposta della Biblioteca di Busseto per Domenica 21 dicembre alle ore 10,30. (leggi il comunicato per maggiori informazioni)

  • Nuova sala operativa della Questura di Parma

    Sono stati inaugurati i nuovi locali della sala operativa del 113 e del centro comunicazioni della Questura di Parma. Realizzati con il contributo della Fondazione Cariparma, i lavori hanno permesso di unificare i due servizi e di migliorare l’operatività.

  • Da Fondazione Cariparma un milione per l’alluvione

    Stanziato da Fondazione Cariparma un milione di Euro in favore delle popolazioni colpite dall’alluvione: una risposta concreta e immediata, che vuol essere allo stesso tempo ragionata e condivisa con tutti gli attori della comunità che, in questi giorni, si stanno adoperando per alleviare le sofferenze e i disagi della grave calamità che si è abbattuta sul territorio parmense.

  • Fondazione Cariparma: costo della governance tra i più contenuti

    Fondazione Cariparma è ancora tra le fondazioni più virtuose per quanto attiene il costo della governance: il dato emerge dal recente articolo pubblicato da Il Sole 24 Ore/Plus che, a distanza di un anno, riprende l’inchiesta sulle fondazioni di origine bancaria relativa ai compensi degli organi sociali in rapporto al totale degli attivi.

  • Nuovo mezzo di soccorso per Varsi

    Una moderna ambulanza è entrata in funzione presso l’Assistenza Pubblica di Varsi. Acquistato con il determinante contributo di Fondazione Cariparma, il nuovo automezzo 4x4 è particolarmente adatto ai territori montani e concorre a potenziare i servizi di emergenza/urgenza.

  • Emporio: quattro anni di solidarietà

    Nel luglio 2010 partiva l’avventura di Emporio, agli albori di una crisi che nessuno immaginava così implacabile. Un gruppo di organizzazioni si univa in un’unica associazione, Centoperuno, per offrire – grazie anche al sostegno di Fondazione Cariparma - un aiuto alle persone in situazione di difficoltà.
    Dopo quattro anni Emporio ha voluto raccontarsi: quattro anni di scaffali riempiti grazie alla generosità di tante aziende e dei cittadini, quattro anni di cibo donato, conforto per migliaia di famiglie. (leggi la notizia)

  • Parma fa squadra per l’alluvione

    Parma Facciamo Squadra – la campagna di raccolta fondi che promuove la mobilità solidale - dona il primo mezzo di trasporto e lo mette a disposizione del quartiere Montanara, gravemente colpito dall’alluvione. La campagna non è ancora conclusa ma l’emergenza non permette di aspettare e così già dal 6 novembre un automezzo sarà in aiuto del quartiere. (leggi il comunicato)

  • Fondazione Cariparma: approvato il DPP 2015

    Il Consiglio Generale di Fondazione Cariparma ha approvato il Documento Programmatico Previsionale dell’Esercizio 2015, documento che fornisce le indicazioni puntuali sull’attività progettuale e i dettagli operativi relativi alla gestione del processo erogativo. Il DPP 2015 prevede l’assegnazione di risorse (in aumento rispetto a quelle stanziate per il 2014) per complessivi 11 milioni di Euro. (leggi il comunicato)

  • Righetti dell’Acri: la tassazione sulle fondazioni va a colpire i più deboli

    Nel vivo della polemica incentrata sul significativo aumento della tassazione sulle fondazioni bancarie in caso di approvazione senza modifiche della Legge di stabilità per il 2015, si segnala una intervista a Giorgio Righetti, Direttore dell’Acri, che, sul sito del settimanale “Tempi”, rinnova preoccupazione per il mantenimento dei livelli erogativi del sistema delle fondazioni di origine bancaria.

  • In cinque anni la tassazione sulle Fondazioni quadruplica

    Con i provvedimenti degli ultimi mesi e quelli annunciati nella legge di stabilità per il 2015 si è passato dai 100 milioni di euro del 2011 a 340 milioni nel 2014, per arrivare a 360 nel 2015. Questo è il risultato dell’effetto combinato dell’aumento degli oneri sui rendimenti derivanti dagli investimenti finanziari - passati dal 12,5% al 20% nel 2012 e poi al 26% nel luglio 2014 - e l’ulteriore aggravio sulle rendite finanziarie che emerge dalle bozze della legge di stabilità. (leggi il comunicato)

  • Apparecchiature all'avanguardia per l’Unità di Chirurgia Oncologica dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma

    Fondazione Cariparma ha contribuito all’acquisto di importanti apparecchiature che vanno ad incrementare la dotazione tecnologica e strumentale delle strutture di Malattie infettive ed Epatologia e Clinica chirurgica e trapianti d’organo dell’Unità di Chirurgia Oncologica dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma. Tali strumentazioni migliorano l’approccio di cura e la possibilità di diagnosi precoce nei pazienti affetti da neoplasie del fegato e delle vie biliari. (vai alla pagina)

  • Nuovi documenti donati alla Fondazione Cariparma completano il fondo Pallavicino

    Nei giorni scorsi la Marchesa Maria Gabriella Pallavicino ha generosamente donato alla Fondazione Cariparma l’ultima parte dell’Archivio della nobile Famiglia parmense, ovvero 63 nuovi documenti in gran parte su pergamena. (leggi il comunicato)

  • Strumentazione all’avanguardia per il Dipartimento di Scienze Chirurgiche

    La Fondazione Cariparma ha donato un nuovo microscopio operatorio al Dipartimento di Scienze Chirurgiche dell’Ateneo di Parma. La nuova attrezzatura è utilizzata per l'effettuazione d’interventi volti a risolvere il linfedema degli arti nei pazienti oncologici, contribuendo a una risposta terapeutica efficace e risolutiva, sia in termini di trattamento sia di prevenzione.

  • Ceduto a Crédit Agricole S.A. l’1,50% del capitale sociale di Cassa di Risparmio di Parma e Piacenza S.p.A.

    È stata conclusa, da parte di Fondazione Cariparma, la cessione dell’1,50% del capitale di Cassa di Risparmio di Parma e Piacenza S.p.A. a Crédit Agricole S.A. Per effetto di tale operazione, realizzata in ottemperanza alle disposizioni che regolano la materia, la partecipazione detenuta da Fondazione Cariparma in Cassa di Risparmio di Parma e Piacenza S.p.A. è ora pari al 13,50%. (leggi la news)